Azioni di contenimento della pianta infestante “Ambrosia Aremiisifolia”

Pubblicato il 12 maggio 2021 • Ambiente

Al fine di contenere la presenza della pianta infestante “Ambrosia Aremiisifolia” sul territorio comunale, il cui polline causa importanti allergie ai soggetti sensibili, si ricorda a tutti i proprietari di eseguire nei mesi estivi una periodica ed accurata pulizia da ogni tipo di erba presente negli spazi aperti (cortili, parcheggi, ecc…) di propria pertinenza e proprietà.

Curare i propri terreni, provvedendo all’eventuale semina di colture intensive semplici, come prato inglese, trifoglio, ecc…, che agiscono da antagonisti, permette di impedire lo sviluppo dell’Ambrosia artemisiifolia.

Risulta particolarmente utile anche attuare la tecnica della pacciamatura tramite l'utilzzo di appositi fogli in plastica, o con i residui degli sfalci, oppure con della corteccia triturata.

In ottemperanza della D.G.R. n. 25522/99, e dell’Ordinanza Sindacale n. 12 del 11/05/2021, si dovrà effettuare:

  • in ambito agricolo un intervento di sfalcio nella prima metà di agosto ed eventualmente all’inizio di settembre un ulteriore sfalcio se la stagione climatica dovesse favorire un eccessivo ricaccio con fioritura successiva;

  • in ambito urbano un intervento di sfalcio alla fine di luglio, indicativamente nell’ultima settimana e un intervento di sfalcio verso la fine di agosto (alla fine della seconda decade o al massimo all’inizio della terza), per contenere i ricacci o le nuove piante sviluppatesi nel frattempo.

Ordinanza Sindacale n. 12/2021
Allegato formato pdf
Scarica