Conviene in Città

convieneincittaConviene in Città è un Consorzio ideato e promosso dall’Unione Commercianti insieme al Comune di Melzo. E’partner anche la Regione Lombardia.

Conviene in Città è una shopping CARD che trasforma i tuoi acquisti in ulteriore denaro spendibile/utilizzabile in uno dei qualsiasi negozi appartenenti al circuito. Il meccanismo è molto semplice: consegna la tua card al negoziante ogni volta che fai un acquisto, un sistema elettronico ti accrediterà dei punti che potrai spendere come denaro (sulla base di quanto hai acquistato). A te la scelta di spendere immediatamente il tuo credito oppure accumulare soldi nel tuo salvadanaio
elettronico per un ulteriore acquisto.

OpuscoloConvieneinCitta

Quadro tariffe ristorazione scolastica anno 2016-2017

La tariffa per il servizio di mensa scolastica è stabilita in € 4,98 per singolo pasto.

La frequenza contemporanea al servizio di mensa scolastica di due o più figli dà diritto ad un ulteriore sconto del 15% a partire dal secondo figlio e seguenti.

Soglia massima di reddito I.S.E.E. oltre la quale è dovuta la tariffa intera:  € 15.494,00

Nella tabella che segue si riportano le riduzioni applicabili alla tariffa:

FASCE  ISEE TARIFFA SINGOLO PASTO
REDDITO ISEE DA da  € 0,00 a  € 5.692,50:

30% DELLA TARIFFA

1° FIGLIO: €. 1,49

2° FIGLIO  E SEGUENTI FREQUENTANTI: € 1,27

REDDITO ISEE DA da € 5.692.51 a  € 10.867,50:

50% DELLA TARIFFA

1° FIGLIO:  €  2,49

2° FIGLIO  E SEGUENTI FREQUENTANTI: € 2,12

REDDITO ISEE da € 10.867,51 a € 15.494,00:

70% DELLA TARIFFA

1° FIGLIO:  € 3,49

2° FIGLIO  E SEGUENTI FREQUENTANTI: € 2,96

REDDITO ISEE maggiore di 15.494,00

100% DELLA TARIFFA

1° FIGLIO:  € 4,98

2° FIGLIO  E SEGUENTI FREQUENTANTI: € 4,23

Quadro in allegato:

Tariffe_Mensa_Melzo_15_16

Allegati

Aperto il Fondo di solidarietà … puoi contribuire anche tu!

La Giunta in data 18 dicembre 2014  ha deliberato l’attivazione di un Fondo di solidarietà, provvedendo ad aprire un conto corrente bancario presso la Tesoreria con l’impegno di riversare  gli importi a credito nella contabilità comunale per poter essere destinati e spesi.

Il fondo intende proporsi quale strumento di promozione sociale e di coinvolgimento della società civile in un’ottica di sostegno e di solidarietà reciproca. Non sostituisce le iniziative e gli interventi già esistenti, ma ha una funzione integrativa e di stimolo alla solidarietà dei singoli cittadini e della comunità.

Il Fondo sarà parte integrante del bilancio comunale e le risorse raccolte verranno assegnate attraverso i Servizi Sociali.

Chiunque voglia contribuire può fare la sua donazione con bonifico  – Banca Popolare di Milano agenzia di Melzo CODICE IBAN: IT 21 V 05584 33400 000000007377.

Primo intervento del Gruppo Volontari Civici di Melzo

logo2defsito“Mi prendo cura della mia città” Primo intervento del Gruppo Volontari Civici di Melzo presso il Parco di via G. Costa. Sabato 23 maggio dalle ore 9 alle ore 12 è stato effettuato  il primo intervento di manutenzione nel parco a cura dei volontari civici: sono state ripristinate le panchine deteriorate e piccole riparazioni sulle attrezzature ludiche.
Si ringraziano gli sponsor: Panificio Ambra, Medicentro, Rovatti Plan, Viganò Legnami.

VUOI DIVENTARE ANCHE TU UN VOLONTARIO DEL PROGETTO “MI PRENDO CURA DELLA MIA CITTA’”?
Per  partecipare e collaborare a questo progetto, che nasce dall’esigenza di raccogliere e mettere in rete le energie del volontariato in varie aree di attività e collaborare a titolo gratuito con l’Ente puoi rivolgerti per info allo Sportello SpazioCittà del Comune di Melzo,  spaziocitta@comune.melzo.mi.it / tel 02951201 oppure clicca qui

Allegati

‘Mi prendo cura della mia città’ Apertura Iscrizioni

Il progetto “Mi prendo cura della mia città” nasce dall’esigenza di raccogliere e mettere in rete le energie del volontariato in varie aree di attività. Il Comune di Melzo ha quindi istituito l’ “Albo Comunale dei Volontari Civici” per lo svolgimento di attività di pubblico interesse da parte di singoli cittadini maggiorenni, residenti o domiciliati a Melzo, che vogliano collaborare a titolo gratuito con l’Ente nelle seguenti aree di intervento:
– assistenza ed aiuto alla persona, con particolare riferimento agli anziani e alle persone con disabilità;
– trasporto materiali e realizzazione di commissioni varie a sostegno di persone disagiate;
– supporto all’organizzazione di attività culturali, sociali, scolastiche, sportive e ricreative;
– interventi di piccola manutenzione riguardanti gli immobili pubblici;
– sorveglianza e piccola manutenzione arredo urbano ed aree verdi comunali;
– supporto e collaborazione in occasione di eventi cittadini ( manifestazioni a carattere  culturale, folcloristico, sportivo, religioso , ecc… );
– attività di supporto a uffici e servizi comunali in genere .
Gli interessati dovranno presentare al Comune di Melzo la domanda di iscrizione, allo Sportello Polifunzionale del Comune di Melzo, negli orari di apertura al pubblico.

Per maggiori info leggi i documenti sotto allegati:
Avviso Volontari CiviciComunedi Melzo

Disciplina Volontari Civici Comune di Melzo
Domanda Volontari Civici Comune di Melzo

Adeguamento anti-blackout: entro 30 aprile 2015 obbligo per impianti fra i 6 e i 20 kW

Secondo quanto disposto dall’art.5 bis della delibera 84/2012/R/EEL (smi – 243/2013/R/EEL), entro il 30 aprile 2015 gli impianti di produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile di potenza superiore a 6 kW e fino a 20 kW connessi alla rete di bassa tensione ed entrati in esercizio alla data del 31 marzo 2012 dovranno essere dotati di sistemi di protezione dell’interfaccia come specificato nel par. 5 dell’allegato A70 al Codice di Rete.

Una volta adeguati gli impianti, i titolari devono comunicare al GSE:

1)   caratteristiche dell’inverter e/o al sistema di protezione di interfaccia (solo nel caso di impianti fotovoltaici);

2)   copia del regolamento d’esercizio aggiornato.

Le comunicazioni vanno inviate tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, servendosi dei modelli predisposti dal GSE in funzione della tipologia di impianto (fotovoltaico o altre fonti).

In caso di mancato adeguamento, il GSE provvederà a sospendere gli incentivi, nonché i servizi di scambio sul posto e di ritiro dedicato. Il ripristino dell’erogazione degli incentivi e delle agevolazioni potrà avvenire solo a seguito di una successiva comunicazione delle imprese distributrici che attesti l’avvenuto adeguamento degli impianti di produzione.

Per maggiori informazioni potete rivolgervi allo Sportello Infoenergia della Città Metropolitana di Milano o consultate il sito dell’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico.

clicca per leggere il testo delibera 84/2012/R/EEL (smi – 243/2013/R/EEL)

 

Fatturazione Elettronica – Codice IPA

Il Decreto Ministeriale n°55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione ai sensi della Legge 244/2007, art. 1 commi da 209 a 214.

In ottemperanza a tale disposizione, questa Amministrazione, a decorrere dal 31 marzo 2015, non potrà più accettare fatture che non siano trasmesse in forma elettronica secondo il formato di cui all’allegato A “Formato delle fattura elettronica” del citato DM n. 55/2013.

Inoltre ai sensi dell’art. 25 del Decreto Legge n. 66/2014 , al fine di garantire l’effettiva tracciabilità dei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni, le fatture elettroniche emesse verso le PA devono essere firmate digitalmente e devono obbligatoriamente riportare negli appositi campi:

  • Il codice identificativo di gara (CIG), tranne i casi di esclusione dall’obbligo di tracciabilità di cui alla Legge n. 136 del 13 agosto 2010;
  • Il codice unico di progetto (CUP), in caso di fatture relative a opere pubbliche.

Ai sensi dell’articolo 3 comma 1 del citato DM n. 55/2013, l’Amministrazione ha individuato l’Ufficio deputato alla ricezione delle fatture elettroniche inserendolo nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA), che provvede a rilasciare un Codice Univoco Ufficio secondo le modalità di cui all’allegato D “Codici Ufficio”.

Il Codice Univoco Ufficio è una informazione obbligatoria della fattura elettronica e rappresenta l’identificativo univoco che consente al Sistema di Interscambio (SDI) di recapitare correttamente la fattura elettronica all’Ufficio destinatario.

Il Codice IPA del COMUNE DI MELZO  per l’invio delle fatture elettroniche è : UF71DH

Per ulteriori informazioni, consultare il sito www.fatturapa.gov.it

 

Istituzione di Sportello Morosità Incolpevole

morositaincolpevole

(D.M. infrastrutture e trasporti 14/05/2014)

Riservato ai cittadini con sfratto per morosita’, dovuto a sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone di locazione in seguito a:

  • Perdita del lavoro per licenziamento
  • Consistente riduzione dell’orario di lavoro a seguito di accordi aziendali o sindacali
  • Trattamento di cassa integrazione ordinaria o straordinaria
  • Mancato rinnovo di contratto a termine o di lavoro atipico
  • Cessazione di attività libero-professionale o di impresa registrata, derivante da causa di forza
  • Maggiore o da perdita di avviamento
  • Malattia grave, infortunio, decesso di un componente del nucleo familiare

Per maggiori informazioni rivolgersi al servizio casa comunale:

Il lunedì e mercoledì mattina dalle ore 09:00 alle ore 12:15

Telefonicamente ai numeri 02.95.120.222/226

Allegati

1 24 25 26