Lavori compensazione TEEM: piste ciclopedonali, parcheggio e nuove viabilità

La Polizia Locale di Melzo informa che a seguito dei lavori di compensazione della realizzazione della TEEM, nel periodo compreso tra il 15/06/2016 e il 30/09/2016, verranno realizzati sul nostro territorio i seguenti interventi:ARCO TEEM

tem opere di compensazione

055-16 ARCOTEEM – TERRITORIO COMUNALE

Inoltre si   informa che verranno realizzate modifiche sulla viabilità e  saranno creati nuovi sensi unici, per maggiori informazioni consultare i file allegati

Nuovi AUTOVELOX

autovelox

La Polizia Locale di Melzo informa tutti i cittadini che sono stati posizionati ulteriori strumenti elettronici per il rilievo della velocità, e precisamente nelle seguenti vie:

  • Via Lussemburgo(altezza fermata autobus);
  • Via Togliatti(altezza intersezione con via Pertini);

ulteriori autovelox

Allegati

Modifica zone di sosta regolamentata a pagamento

Si informa che da sabato 20 febbraio 2016 saranno in funzione in nuovi parcometri.Il servizio era stato temporaneamente sospeso per il cambio della società di gestione.

La Polizia Locale di Melzo informa tutti i cittadini, che è stata modificata la sosta regolamentata con sistemi a pagamento e a disco orario: in sostanza vi è una diminuzione dei stalli di sosta a pagamento ed un aumento dei stalli di sosta regolamentati a disco orario, inoltre sarà introdotta una sosta gratuita di dieci minuti, non rinnovabili, con emissione di apposito ticket dedicato.

9127-parcometro

modifica parcheggi a pagamento

008-16 Nuovi ordinanza stalli di sosta a pagamento 2016

I segni sui citofoni

Qualche consiglio per la sicurezza della tua abitazione:

  • Rendi sicure porte e finestre. Ideale è una porta blindata con serratura antifurto e spioncino.
  • Se puoi, installa in casa un sistema di antifurto elettronico o vetri antisfondamento. In alternativa è sempre valido il ricorso alle grate, purché siano robuste e lo spazio tra le sbarre non superi i 12 centimetri.
  • Se l’interruttore della luce è all’esterno, proteggilo con una cassetta metallica per impedire che qualcuno possa staccare la corrente.
  • E’ meglio non tenere in casa grosse somme di denaro, gioielli o oggetti di valore.
  • Ricordati che luce e rumore tengono lontano i malviventi: se sei solo tieni accesa la luce in due o più stanze per simulare la presenza di più persone.
  • Se sei in casa tieni la porta protetta col paletto o la catena di sicurezza;

Se sei in pericolo chiama subito il 029550113, il 112 o il 113.

  • Se hai bisogno della riproduzione di una chiave, incarica una persona di fiducia evitando possibilmente di riportare su targhette nome e indirizzo.
  • Se perdi la chiave di casa o subisci uno scippo o un borseggio, cambia la serratura.
  • Assicurati, uscendo e rientrando, che la porta di casa ed il portone del palazzo restino ben chiusi.
  • Non far sapere, fuori dall’ambiente familiare, se in casa ci sono oggetti di valore o casseforti né dove si trova la centralina dell’allarme.

Attenzione agli sconosciuti:

  • Non aprire la porta a sconosciuti anche se vestono qualche uniforme e dichiarano di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità.
  • Se c’è il portiere invita ogni sconosciuto che si presenta alla tua porta a farsi accompagnare; se non c’è apri solo uno spiraglio alla porta, senza togliere il gancio o la catena di sicurezza, per farti passare telegrammi o ricevute da firmare.
  • Per gli operai, verifica con qualche telefonata da chi è stata fatta la chiamata o da quale servizio sono stati mandati e per quali motivi. Se non ricevi assicurazioni non aprire.
  • Se hai il minimo sospetto, chiama o fai chiamare dai vicini il 112 o il 113.
  • Non mandare ad aprire i bambini, a meno che tu non sia certo di chi è alla porta.
  • Non aprire portone o cancello, con l’impianto automatico, se non sei certo dell’identità della persona che vuole entrare.

Quando sei assente: Per brevi periodi:

  • Lascia qualche luce accesa, la radio, il giradischi o il televisore in funzione.
  • Chiudi sempre la porta a chiave e non lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in altri luoghi alla portata di tutti.
  • Ricorda che i messaggi sulla porta dimostrano che in casa non c’è nessuno.
  • Se hai oggetti di valore che devi lasciare in casa fotografali: in caso di furto ne faciliterai la ricerca.
  • Sensibilizza anche i vicini affinché sia reciproca l’attenzione a rumori sospetti sul pianerottolo o nell’appartamento. Nel caso non esitare a chiamare il 112 o il 113.
  • Se tornando a casa trovi la porta aperta o chiusa dall’interno, non entrare. Potresti scatenare una reazione istintiva del ladro che si vede scoperto. Non fare l’eroe e telefona subito al 112 o al 113.

Per lunghi periodi:

  • Non far sapere ad estranei i tuoi programmi di viaggi e vacanze.
  • Installa, se ti è possibile, un dispositivo automatico che, ad intervalli di tempo, accenda le luci, la radio, la televisione.
  • Evita l’accumularsi di posta nella cassetta delle lettere chiedendo ad un vicino di ritirarla.
  • Non divulgare la data del tuo rientro ed anche alla segreteria telefonica, non dare informazioni specifiche sulla tua assenza.

QUESTI SONO ALCUNI DEI SEGNI CHE I LADRI TRACCIANO SUI CITOFONI DELLE ABITAZIONI – FATE MOLTA ATTENZIONE PERCHE’ SONO POCO VISIBILI, DATO CHE SONO INCISI CON UNA PUNTA SOTTILE – SEGNALATE SUBITO LA SITUAZIONE ALLE FORZE DELL’ORDINE, FOTOGRAFATELI E SE POSSIBILE MODIFICATELI…

citofoni 3

 

   

Allegati